• Luisa Colombo

San Valentino...e amore sia


Penso all’amore e subito bussano alla porta del mio cuore, i ricordi delle persone a me più care; penso all’amore e i loro visi mi appaiono. Penso alla parola amore e credo non esistano canzoni, o poesie, dove queste cinque lettere, dal suono inconfondibile, non compaiano almeno una volta. Ci penso oggi; in questa giornata, che dicono essere, dedicata agli innamorati, all’amore, ma io non l’ho mai festeggiata, non perché non abbia mai amato, ma perché non ho mai voluto rinchiudere, il mio significato di amore, dentro quelle scatole di cioccolatini, tanto belle e carine, a forma di cuore, o seduta al tavolo di una costosa cena a lume di candela, o da tutto ciò che riduce ed ingabbia questo straordinario dono, in un atto di puro consumismo. Mi piace pensare all’amore, come ad un sentimento eterno, che bisogna onorare ogni giorno e che proprio un giorno dopo l’altro, bisogna curare, accudire e rispettare. Non voglio pensare all’amore, come un’ esperienza passeggera, ma voglio immaginarlo, come un susseguirsi di emozioni, che accompagnano l’esistenza di ogni individuo. Può esaurirsi, certo, ma se è stato amore, qualcosa di quel sentimento, resterà per sempre in noi e non voglio limitare l'amore, ai soli innamorati, perche ci sono amori, che non cesseranno mai di esistere, e sono l'amore per i figli e per i genitori, quelli che troppo spesso si danno per scontati e non si celebrano mai.

Pensare all’amore fa bene, vedere innamorati scambiarsi gesti affettuosi, fa sognare; fa sperare, a chi il suo amore, ce l’ha accanto, in una lunga vita insieme e a chi ancora lo attende, alla speranza che arrivi presto.

Ma c’è sempre un rovescio della medaglia e le cronache dei tempi odierni, somiglianti a bollettini di guerra, hanno mutato troppo spesso, in modo irreversibile, il senso di questa sacra parola, purtroppo inflazionata, abusata, maltrattata, collegandola a qualcosa di indefinibilmente malato, che non è più motivo di gioia, felicità e serenità, ma che diventa causa di sofferenza, strazio e drammatiche vicende, che arrivano anche a narrare di eventi, che annientano il dono più prezioso che ci è stato fatto, la vita. Oggi, in questa giornata che celebra l’amore, non riesco a non pensare a chi, proprio a causa di portatori malsani di questo sentimento, infettato dalla follia e da un insano egocentrismo, ha cessato di vivere. Penso alla mamma di Pamela, a cui hanno straziato e fatto a pezzi, il suo amore più grande, sua figlia. Penso a Jessica, all’amore che cercava e che non aveva mai ricevuto e che ora, non potrà più trovare. Penso a tutte quelle donne, che hanno perso la vita, per mano di uomini a cui avevano affidato il loro cuore e la loro esistenza...perdonatemi, ma oggi non riesco a non pensare a loro e le luccicanti scatole di cioccolatini, si trasformano in mazzi di rose nere, i cui gambi sono ornati da spine acuminate. Penso a chi, per amore, soffre e ha sofferto, a chi per amore ha perso la libertà; sì, per amore, quel sentimento che più di ogni alto, la libertà dovrebbe donarla. Penso a coloro che vivono amori, dilaniati dal peso della lontananza.

Amori soffocati dalla gelosia.

Amori tormentati dall’orgoglio.

Amori sconfitti da scelte non fatte. Amori invisibili. Amori perduti. Amori rubati. Oggi il mio pensiero, è rivolto a tutte quelle persone, che in nome dell’amore in cui hanno creduto, hanno subito umiliazioni, violenze e prevaricazioni di ogni tipo e penso a chi, il grande amore lo ha perso ed ora vive a metà. Rivolgo il mio pensiero a chi è costretto ad elemosinare briciole di affetto, a chi attende silenziosamente, agli angoli della vita, gesti e parole, che forse non arriveranno mai. L’amore è il carburante del mondo, è un sentimento di straordinaria forza, che ha il potere di curare e guarire e mi rattrista pensare, che lo si debba celebrare un solo giorno. Ma del resto, abissale è la differenza tra innamoramento e amore e non sempre è chiara e forse è per questo, che anche oggi qualcuno, scioglierà in bocca cioccolatini a forma di cuore, o annuserà mazzi rose rosse, dimenticando che il vero significato dell’ AMORE, non è da dimostrare solo oggi, ma è da ricercare in quei fili invisibili, che creano indissolubili legami, tra le lettere che compongono questa parola e che sono la forza dell’amore stesso. Buon San Valentino a tutti (iCdL - Luisa colombo)

0 visualizzazioni
0
  • Instagram Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • YouTube Icona sociale
  • Google+ Icona sociale
  • Facebook Icona sociale